Baita Glaea

La baita è un monumento-documento dell’architettura valdostana del 1600, pertanto è stata restaurata con regole precise imposte dall’Assessorato ai Beni Culturali della Valle d’Aosta.

Gli interventi più onerosi ma più affascinanti e con il miglior risultato sono lo smontaggio numerato, il recupero ed il riposizionamento delle parti in pietra e legno esterne, che risalgono quindi ancora al 1600.

La costruzione è composta da un corpo centrale a cui nel tempo sono stati aggiunti due piccoli torrioni, per cui all’interno i quattro piccoli alloggi ricavati sono su più livelli.

Sono risultati così due trilocali, nel piano semi-interrato e nel sotto-tetto, e due bilocali, nel piano intermedio.

Gli alloggi prendono il nome dal colore che predomina all’interno (Arancione, Celeste).

La baita è dotata di una forma di riscaldamento elettrico a pannelli radianti, in parte alimentato dall’impianto fotovoltaico completamente integrato nella falda sud del tetto, l’acqua calda proviene anch’essa da boilers elettrici, ciò permette che le emissioni negative nell’ambiente incontaminato che circonda la costruzione siano nulle.

Intorno, su tre livelli esistono zone verdi utilizzabili per il relax o il barbecue.

Il posto macchina esterno o interno (parcheggio coperto a 20mt) è assicurato dal grande piazzale degli impianti di risalita della società Cervino spa di Valtournenche su cui si affaccia la baita.

In stagione turistica esiste un servizio-navetta per il centro del paese che è possibile raggiungere anche a piedi in circa 10 minuti, lungo il torrente Marmore, tramite un percorso, anche ginnico, appena apprestato (bellissima e facile passeggiata naturalistica).

Per gli amanti dello sci la baita si trova proprio all’arrivo della famosa pista di rientro del comprensorio del Cervino su Valtournenche, nominata la ‘Reine Blanche’, una delle piste più lunghe d’Europa, percorsa ogni giorno da centinaia di sciatori anche provenienti dalla vicina Zermatt.

Forse non si è capito ma siamo all’arrivo di uno dei più grandi comprensori sciistici europei, Valtournenche-Cervinia-Zermatt, tutto ai piedi del ‘più bello scoglio d’Europa’, la Gran Becca, il Cervino!! Superbo ed incantato nella sua magnificenza di 4478 mt di altezza!!.

Proprio sullo stesso piazzale vi è la stazione di partenza dell’ovovia di Valtournenche-Salette, che ci collega con Cervinia e le sue piste, nonché per i percorsi di trekking ed alpinismo estivi.  Di fianco alle casse della stazione vi è un Bar-ristorante ‘Le Moulin’ ed un servizio di noleggio e riparazione sci ‘Noleggio Pession’, esercizio che applica ottimi prezzi agli ospiti della Baita.

Quello che non si può descrivere a parole è il patrimonio naturale e geologico che ci circonda e che si può valutare e apprezzare a pieno solo sul posto…

A presto!!