Valtournenche

Venite a sciare a quota 1.650 metri in una delle località più alte di tutte le Alpi: Breuil-Cervinia Valtournenche. Questa stazione sciistica di fama mondiale dispone di 150 km di piste segnate, alcune delle quali a picco su Zermatt, in Svizzera. Qui troverete 20 ristoranti di montagna, un enorme comprensorio per il fuori pista e panorami da togliere il fiato. Per il dopo sci non vi resta che scegliere tra lo sport: eliski, pattinaggio (naturale), piscine coperte, parapendio, alpinismo, equitazione, sauna, palestra… e la cultura. Se scegliete questa opzione, prendete un autobus fino ad Aosta e visitate le rovine di epoca romana. La macchina fotografica vi sarà particolarmente utile durante la vostra vacanza italiana a Valtournenche!

Il turismo di Valtournenche, è in particolare quello legato agli sport invernali, soprattutto lo sci alpino. La frazione di Breuil-Cervinia è una delle principali località turistiche dell'arco alpino, grazie allo straordinario panorama sul monte Cervino e ai suoi rinomati impianti sciistici, che consentono anche il collegamento con la famosa località svizzera di Zermatt e il ghiacciaio del Plateau Rosa (comprensorio del Matterhorn Ski Paradise).

A partire dagli anni Settanta, anche il paese di Valtournenche ha visto uno sviluppo della propria economia turistica, in precedenza legata unicamente a quella di Breuil-Cervinia. Nel 1974, infatti, con l'inaugurazione della cabinovia a 4 posti Valtournenche-Salette,
  • vecchia_ovovia_001
  • vecchia_ovovia_002
  • vecchia_ovovia_003
Vecchia Ovovia di Valtournenche
gli sciatori iniziarono a conoscere anche il capoluogo comunale come meta turistica. La cabinovia, gestita dalla Società Cime Bianche, nata sette anni prima su iniziativa di quattro giovani imprenditori locali, serviva una lunga e tecnica pista, chiamata Reine Blanche o Gran Pista di Valtournence. Nel 1975 vennero, quindi, aperti i primi skilift, che dalla stazione a monte della cabinovia, raggiungevano i 2896 m s.l.m. del Colle Inferiore Cime Bianche. Gli impianti servivano diverse piste di media e facile difficoltà. Nel 1982, con la realizzazione dello skilift Gran Sometta, gli impianti di Valtournenche vennero collegati, raggiungendo il Colle superiore delle Cime Bianche, col comprensorio sciistico di Breuil-Cervinia e quindi anche con quello di Zermatt.

Il comprensorio di Valtournenche divenne così anche un comodo punto di accesso agli impianti di Cervinia e Zermatt.

Negli anni Novanta il calo di presenze dovuto ad una diminuzione delle nevicate e ad impianti ormai troppo datati, causò un cambiamento nella gestione della stazione. La Società Cime Bianche divenne, infatti, una società pubblica, ciò permise alla stazione di ammodernarsi. Nel 1997 la cabinovia a 4 posti Valtournenche-Salette venne sostituita da una moderna cabinovia a 12 posti. In seguito, vennero realizzati i primi impianti di innevamento artificiale. Nel 2006 la maggior parte dei vecchi skilift vennero smantellati per lasciare il posto alle moderne seggiovie Motta, Du Col e Bec Carré. Venne potenziato anche l'impianto di innevamento artificiale, che nel 2008 venne ampliato anche alla Gran Pista, consentendo il rientro sci ai piedi a Valtournenche anche in caso di scarso innevamento.

Per il futuro l'obiettivo è di continuare a migliorare l'offerta turistica, effettuando di anno in anno importanti interventi sia sulle piste che sugli impianti.

...
  • club de ski
  • Golf Club Del Cervino
  • logo cervino
  • logo comune valt
  • logo maestri
  • lovevda
  • terme pre